Duschseifen

Savont e il trend del sapone da doccia

A quanto pare, anche l’industria ha scoperto il sapone solido. Da un po’ di tempo, nel corso dei nostri giri per supermercati, troviamo sugli scaffali saponette di grandi produttori.

Dopotutto, la strategia dell’industria è sempre quella di mandare avanti i piccoli e poi, se l’idea ha successo, di copiarla e di lanciarla sul mercato. Di conseguenza, se il sapone solido viene ora prodotto su larga scala, significa che si tratta di un vero e proprio trend. In questo periodo di pandemia, si tende a lavarsi le mani più spesso, ma la questione deve essere considerata anche dal punto di vista igienico ed ecologico: gli imballaggi in plastica e gli ingredienti chimici non necessari come i siliconi, le microplastiche o l’olio minerale andrebbero evitati.

Un puro sapone biologico, preferibilmente non confezionato, con il portasapone Savont, che assicura che la saponetta si asciughi bene e possa essere consumata completamente: questo è rispetto per l’ambiente! Di solito, la saponetta è composta per circa il dieci per cento di olio, per una migliore cura della pelle. Quando gli ingredienti sono naturali, è meraviglioso. Bisogna prestare particolare attenzione ai saponi oleosi e molto schiumogeni, per evitare uno spreco di materiale nella doccia. La tendenza verso il sapone da doccia è quindi anche una tendenza verso Savont. Il sapone fluttua, è sempre a portata di mano e si asciuga completamente.