Il confronto: portasapone a muro e portasapone tradizionale

Un portasapone dovrebbe essere valutato secondo tre criteri

  1. Consente al sapone di asciugarsi completamente?
  2. Il bordo del lavabo rimane pulito?
  3. Il bordo del lavabo rimane ordinato?

Il portasapone con vaschetta: solitamente, il sapone viene appoggiato su una sorta di griglia in plastica o metallo. La soluzione saponosa che si forma viene raccolta in una vaschetta. In questo modo il sapone non può asciugarsi completamente.

Portasapone senza vaschetta: con un portasapone senza vaschetta, la soluzione saponosa gocciola sul bordo del lavabo. Il sapone non può asciugarsi completamente.

Portasapone magnetico: il più grande vantaggio di questo portasapone è che il sapone è sospeso e pertanto può asciugarsi completamente. Tuttavia, è necessario fissare il portasapone incollandolo alla parete o forando il muro. La soluzione saponosa continua a gocciolare sul bordo del lavabo e durante il lavaggio delle mani le gocce d’acqua cadono sul bordo del lavabo.

Portasapone con ventosa: questo portasapone non richiede né l’incollaggio alla parete né la foratura della stessa: si fissa al muro con ventose. Il sapone non può, tuttavia, asciugarsi completamente perché è necessaria una pulizia regolare delle griglie e di conseguenza l’acqua e la soluzione saponosa arrivano sul bordo del lavabo.

TipoImmagineSapone asciutto al 100%Bordo del lavandino pulitoBordo del lavandino libero
Portasapone magnetico con ventosa
Portasapone in bambù
Portasapone con vaschetta di raccolta per l’acqua saponata
Portasapone magnetico per montaggio a parete
Portasapone in acciaio inox con ventosa